Durante una recente intervista il cantante Johan Hegg e chitarrista Johan Söderberg dei Death metallers svedesi Amon Amarth parlano della “fusione” di Metal Blade e la Sony per la distribuzione mondiale di “Jomsviking” il loro ultimo lavoro in studio.
Hegg: “Per questo album, Metal Blade ha fatto un accordo con Sony, questo accordo è stato creato per lavorare con loro qui in Europa, per le loro uscite più grandi e penso che sia stata una mossa geniale da parte della Metal Blade, e sembra che la Sony sia davvero la più grande realtà che possa distribuire le grandi bands qui in Europa. E non per essere presuntuoso, ma noi Amon Amarth siamo una delle più grandi band della Metal Blade. Finora la Sony ha fatto un lavoro eccezionale e quindi siamo davvero felici di questa unione, e siamo veramente orgogliosi che la Metal Blade ha voluto andare in questa direzione per noi. Sicuramente la Metal Blade / Sony publicheranno molto altro in futuro. Abbiamo appena saputo di essere le prime cavie per questa nuova collaborazzione”.

Mentre sulla domanda che “JOMSVIKING” suona un po ‘diverso dal suo predecessore del 2013 di “Deceiver Of The Gods”, in cui ancora una volta hano lavorato con il produttore inglese Andy Sneap (Megadeth, Testament, ACCEPT), dicono:

Söderberg: “Credo che un pò ha a che fare con il fatto che abbiamo , come sapete, un nuovo batterista Tobias Gustafsson, ex di Vomitory, che ha suonato nel disco e ovviamente, è normale che cambi un pò il suono. Poi per quel che riguarda Andy lui ha una migliore conoscenza della band, sapeva quello che cercavamo di ottenere su questo album, e del fatto Jomsviking ha una storia più epica all’interno,rispetto agli altri dischi e di conseguenza va avbisogno di avere un suono diverso. ”

Hegg: “Lo penso anche io. Tobias ha un suo stile diverso di suonare la batteria ed è così diverso da quello di Fredrik  e  ha dato all’intera produzione “più aria/freschezza“.Penso che sia stato un bene il suo contributo , ha aggiunto così tanti piccoli dettagli ed ecco perchè risulta un suono diverso, ma alla fine, non è tutta questa grande differenza, come si potrebbe pensare. ”
Alla domanda sul perchè gli Amon Amarth non cambiano molto i loro suoni da un album all’altro,rispondono:
Hegg: “A certe bands piace cambiare spesso suoni,  ma sono sicuro che lo fanno perché ci credano davvero… voglio dire,secondo me non dovrebbero farlo se non ci credono. Ma noi, sappiamo quello che vogliamo, e penso che siamo tutti più o meno, sulla stessa lunghezza musicale. Così è facile per noi continuare con il nostro suono tipico,appunto per questo, e cerchiamo di evolverci verso ciò che ci piace e quello che vogliamo fare, ma sempre seguendo la stessa direzione. Ma siccome  che abbiamo la passione per la musica, per noi è anche importante vederee provare nuove cose e trovare anche nuovi punti di vista per immettere nuovi colpi di scena nella nostra musica, in modo che possiamo portare sempre innovazzione da un album all’altro, ma rimanendo ancora riconoscibili. Perché,alla fine, quando guardi quali sono le band che più sono amate e seguite  sono sempre quelle  che non sono mai veramente cambiate come,ad esempio, IRON MAIDEN e AC / DC.

Söderberg: ” Esattamente! Ci sono alcune band che cambiano il loro stile per ottenere il successo, ma per noi rimaniamo coerenti per mantenere il successo…”

Video di “At Dawn’s First Ligh” tratto da JOMSVIKING che uscirà per la Metal Blade Records e Sony Music il prossimo 25 Marzo.