Il concerto che si sarebbe dovuto tenere ieri sera al Mediolanum Forum di Milano è saltato per via di alcuni problemi alla voce di M. Shadows, lo avevano annunciato proprio ieri mattina gli AVENGED SEVENFOLD attraverso un breve comunicato ufficiale.
L’annuncio ha scatenato l’ira dei fan italiani, venuti anche da molto lontano ed è scaturito un vero e proprio putiferio sul web, condito anche da insulti pesanti.

Ieri, in tarda serata, la band ha elargito un altro comunicato ufficiale, molto triste: durante i lavori di smantellamento del palco a Stoccarda, la sera prima del concerto che si sarebbe dovuto tenere a Milano, è avvenuto un incidente gravissimo: un ragazzo dello staff è caduto dall’impalcatura, travolgendo un altro membro della crew. Il ragazzo precipitato, 26 anni, è gravemente ferito mentre l’altro, 19 anni, è morto.
Molto probabilmente questo funesto incidente, insieme alle precarie condizioni di Shadows, ha causato la cancellazione dello show.
La data verrà recuperata appena possibile.

Questo il comunicato ufficiale:

“Abbiamo una notizia davvero triste da riportarvi. La scorsa notte, dopo il nostro show a Stoccarda, un ragazzo dello staff è caduto dall’impalcatura durante lo smantellamento del nostro palco. È caduto da un’altezza abbastanza considerevole ed è precipitato addosso a un altro membro della crew di 19 anni. Purtroppo il diciannovenne è morto a causa delle ferite riportate. L’altro ragazzo è in ospedale in condizioni molto gravi. Tutto ciò è oltremodo triste e sconfortante per noi della band e tutto il resto della crew. I nostri pensieri e le nostre preghiere vanno al ragazzo ricoverato e a entrambe le famiglie coinvolte, allo staff locale di Live Nation e a tutti quelli che sono rimasti tristemente coinvolti dal tragico evento. Noi teniamo molto alla nostra crew, come a tutti coloro che localmente collaborano alla buona riuscita di ogni nostro show in giro per il mondo. Questo episodio è un triste memorandum di quanto un incidente possa essere sempre in agguato e di quanto le vite possano venire distrutte da un momento all’altro.

Vi terremo aggiornati.”