Gli Arkona, la band Metal russa più famosa al mondo, è stata protagonista in questi giorni di un mini tour italiano. Metalpit era presente alla seconda delle quattro date italiane al Revolver di San Donà di Piave.

 

arkona2

Ad aprire le danze tocca ai Kanseil, band Folk Metal veneta formatasi nel 2010, che propone i propri brani in lingua italiana. Nel breve tempo a loro disposizione, nonostante alcuni problemi tecnici al microfono e qualche imprecisione nell’esecuzione dei brani, sono stati un più che decoroso opener per la band russa. Degno di nota il brano intitolato Vajont, dedicato alle quasi duemila vittime della tragedia del 1963, sia per la canzone stessa (cantata in parte in friulano) sia per l’argomento trattato. Con un rapido cambio palco eseguito dagli Arkona stessi, arriva il momento che tutti aspettavano.

 

Darkona1opo l’intro il concerto parte subito alla grande con Yav, tratto dall’ultimo omonimo album della band del 2014. La band è come da copione strumentalmente perfetta e la voce di Masha è al top. Passando senza sforzo dal growl alla voce pulita, la Arhipova interagisce con il non numerosissimo pubblico, come se fosse davanti una platea di migliaia di persone. Anche in questi casi si vede la professionalità di una band. Nell’ora e mezza abbondante di concerto, gli Arkona non fanno mancare le hit più famose, come Goi, Rode, Goi, Slav’sja Rus, Zakliatie fino a Stenka na Stenku, che ha letteralmente fatto impazzire il pubblico provocando un pogo scatenato. Yarilo ha terminato definitivamente il concerto tra gli applausi dei presenti. La qualità sonora del concerto degli Arkona era nettamente superiore a quella del gruppo di apertura, grazie anche al tecnico della band, che spostandosi continuamente da destra a sinistra del locale con il proprio tablet, regolava continuamente la presenza degli strumenti e della voce. Una bella serata che ci ha trasportato per qualche ora nel mondo pagano della Russia di un tempo.

Il locale, essendo nato come discoteca, comunque si presta comunque bene a certi generi di eventi e a breve al Revolver suoneranno tra gli altri i Fleshgod Apocalypse, i Lordi e Stu Hamm.

CLICCATE QUI PER LA PHOTOGALLERY COMPLETA DELLA SERATA