Gli ETERNAL IDOL si sono appena imbarcati nel tour promozionale relativo all’album di debutto “The Unrevealed Secret”, pubblicato il 2 dicembre 2016 per la Frontiers Record. Stiamo parlando della nuova band di Fabio Lione (ex Rhapsody of Fire, Angra) accompagnato da Giorgia Colleluori (Hollow Haze) alla voce, Nick Savio (ex Hollow Haze) alla chitarra e tastiere, Camillo Colleluori (Hollow Haze) alla batteria e Andrea Buratto (Secret Sphere, Hell in The Club) al basso. Noi di MetalPit non potevamo certo farci sfuggire quest’occasione. Buona lettura!

Perdendoci tra le stradine del paese, riusciamo finalmente a raggiungere la location. Birra alla mano e subito ci inoltriamo tra la massa di gente che già occupa il locale.
Le luci si fanno soffuse, parte l’intro e prende posizione il quintetto. “Evil Tears” interrompe la suspense e si iniziano già ad intravedere i primi headbanging! Giorgia Colleluori ha una voce potente e decisa, seguita a ruota dal maestro Lione. Neanche tempo di prendere fiato e comincia “Another Night Comes“, primo singolo estratto con relativo videoclip. Fievoli tasti di pianoforte vengono squarciati da “Desidia“, dopo la quale rimane sul palco Fabio Lione presentandoci un pezzo tratto dall’album “Coundown to Revenge” (2013) degli Hollow Haze, “Life Has No Meaning“.
Si torna a “The Unrevealed Secret” con “Blinded“, “Sad Words Unveiled“, “Is The Aswer Far From God” e “Beyond“, che ci danno prova di come questa band riesca a tenere alto il livello della serata.
Segue un altro brano degli Hollow Haze, “An Ancient Story“, tratto dall’album “Memories of An Ancient Time” (2015), per poi continuare con “Watching in Silence” e “Still Alive“.
La dolce voce di Lione e degli accordi di chitarra acustica ci riportano all’album di debutto con “Hall of Sins“, seguita da “A Song in The Wind“, “Feels Like I’m Dying” e “Stormy Days“.
Fa poi irruzione la bellissima “Awake in Orion“, il secondo singolo rilasciato. Risulta per tutti difficile trattenersi dal cantare il ritornello insieme al maestro e alla carismatica Giorgia, precisissima dall’inizio alla fine del concerto.
Parte un grande applauso, e non possiamo davvero credere che sia già scaduto il tempo per questa band rivelazione! Per fortuna tornano tutti sul palco a regalarci un’ultima chicca: “No Rest for The Angels“, anch’essa degli Hollow Haze, per chiudere in bellezza questo concerto, seguita da una foto ricordo da sopra il palco ad incorniciare una magnifica serata.