Nel bellissimo locale del Dagda Club di Retorbido in Oltrepò Pavese, continuano ad arrivare nomi straordinari del panorama Metal Italiano e anche estero. Questa volta è il turno dei bergamaschi Folkstone, tra i maggiori protagonisti del Folk Metal italiano, che in data sabato 3 marzo danno il via ad un mini tour celebrativo dei dieci anni dalla pubblicazione del loro primo disco, “Folkstone”. Nella data del Dagda sono stati eseguiti in primis i brani del disco di riferimento uscito nel 2008 per intero e una seconda parte del live dedicata ai pezzi dei loro album più recenti.

Un sabato sera in cui non era semplice viaggiare, a causa del fatto che fino al giorno prima ha nevicato pesantemente, ma tutto questo non ha impedito ai diversi fan più affezionati della band di partecipare alla prima data del mini tour celebrativo.

Per la serata in questione non vi sono altri ospiti, perciò verso le 22:30 i Folkstone salgono sul palco intonando “Rocce Nere“, dove spicca subito la portentosa voce di Lorenzo Lore Marchesi, accompagnata dagli altri strumenti folkloristici che alternano sul palco gli altri membri della band, dando inizio ad una vera propria festa che unisce la strumentazione folk di cornamuse, arpa, cetra, ghironda, bombarde, flauti e bouzouki con gli elementi tradizionali delle sonorità Hard Rock/Metal. Si prosegue con “Folkstone“, altro cavallo di battaglia del primo album di cui gran parte dei presenti dimostra di conoscere molto bene il testo, e poi con “Oltre Il Tempo“, “Briganti di Montagna” e la strumentale “Avanti“, con in primo piano sempre le cornamuse di Roberta Rota, Andrea Locatelli, Maurizio Cardullo e Matteo Frigeni. Questi cambiano gli strumenti tra un pezzo e l’altro, alternando le cornamusa all’arpa (Roberta) o bouzoki (Maurizio) o le bombarde, mentre Luca Bonometti (chitarra elettrica), Federico Maffei (basso) ed Edoardo Sala (batteria) si occupano della parte Metal tradizionale. “Alza Il Corno“, la bellissima “In Taberna” e “Con Passo Pesante” scatenano maggiormente il pubblico tra un pogo e l’altro come in una vera e propria festa da rievocazione medievale che fa quasi sentire la primavera ai partecipanti, nonostante le condizioni meteorologiche ancora avverse!

Passiamo alla seconda parte del live, dedicata più ai brani recenti, tra cui “Pelle Nera e Rum“, “In Caduta Libera“, “Anna“, “Scintilla“, “Nebbie” e l’epica “Anime Dannate“! Il vero capolavoro però è il magnifico duetto tra Lore e Roberta in “Mercanti Anonimi“. Musicisti esperti, piacevoli e divertenti che hanno decisamente portato aria fresca e allegra in una cupa serata invernale! Grandi ragazzi! vi aspettiamo alla prossima!