Il “Vardøger European Tour 2017” dei Gaahls Wyrd passa a Bologna per questa seconda data in suolo italico, serata imperdibile per gli amanti del metal estremo anche per i due gruppi di supporto, che stasera sono di tutto rispetto.

Ad aprire i The Great Old Ones che, nonostante l’orario non proprio favorevole, si ritrovano a suonare davanti ad un discreto pubblico. Un set che mi ha piacevolmente sorpreso, non perché avessi dubbi sulla band, ma perché dal vivo credo che rendano al massimo, un suono massiccio e compatto che strizza l’occhio a varie influenze stilistiche accompagnato da una voce potente.
A seguire gli Auðn, una band che già riscuote un buon successo in campo estremo ed una parte del pubblico è venuta per loro. Freschi dei consensi per il loro ultimo “Farvegir Fyrndar”, presentano uno show freddo e glaciale che riporta fedelmente le atmosfere, loro marchio di fabbrica.
Al momento dell’entrata dei Gaahls Wyrd la sala si presenta discretamente piena e i presenti non potranno che essere soddisfatti: uno show senza fronzoli o pause un viaggio nella storia del black metal. La voce è sempre la stessa e la scaletta non ha un attimo di pausa, anche la band si presenta molto affiatata e interagisce con il pubblico: quindi non uno “one man show”, ma uno spettacolo corale che speriamo possa portare ad un futuro disco.

THE GREAT OLD ONES

AUDN

GAAHLS WYRD