Il grande evento Power Metal all’italiana del TRIUMVIRATE TOUR ha portato attraverso i palchi d’Europa tre tra le migliori band italiane del genere, e conclude nel migliore dei modi la sua ultima tappa in patria, in terra Piemontese, alle Officine Sonore di Vercelli.

SECRET SPHERE, DGM e TRICK OR TREAT, accompagnati dagli SKELETOON come Special Guest hanno portato grande musica, emozioni, calore, spirito di amicizia e giocosità in questa ultima data, un evento splendido sotto ogni punto di vista e che ci auguriamo che le band possano ripetere tante altre volte in questo modo.

Si parte subito alla grande con gli SKELETOON, band Power Metal ligure, nata come progetto del singer Mr. Tomi Fooler nel 2011. Spirito Nerd un pò Happy Metal, energia e ottima presa sul pubblico caratterizzano quest’ottima band che scalda nel migliore dei modi l’animo dei presenti. Pezzi come “Mooncry“, “What I want” e “Heroes Don’t Complain” trasmettono grande carica fin da subito, insieme all’eccellente cover degli Iron Maiden di “The Trooper“. Verso la fine del loro concerto, durante l’esecuzione di “Jocker’s Turn” iniziano le burle da parte dei compagni di tour, che irrompono sul palco insieme ai musicisti, smontando la batteria e offrendo le birre ai componenti: uno dei quadretti più divertenti di tutta la serata, che sottolinea una forte unione e amicizia tra i membri delle band. Ottima prova per i liguri, che dopo “Heavy Metal Dreamers” lasciano il palco ai TRICK OR TREAT.

Fantastici, epici, carismatici, non si smentiscono neanche questa volta i TRICK OR TREAT. Alle Conti & Company portano il live veramente ad alto livello con cavalcate chitarristiche pompose che lasciano il pubblico senza fiato! Merito del duo BenedettiVenturelli e soprattutto del loro talentuoso vocalist. Ottime “Loser Song“, “Rabbit’s Hill“, “Evil Needs Candy Too“, dove Alle Conti duetta con Tomi Fuller degli SKELETOON e “Take Your Chance” in cui il duetto avviene con Michele Luppi, altro grande protagonista della serata. Non mancano momenti di simpatia in cui Alle coverizza “Girl Just Want To Have Fun” di Cindy Lauper e soprattutto quando si mette a trollare il rapper Bello Figo con il suo pezzo più famoso. Concludono questa eccellente esibizione con “United” con il duetto tra Alle Conti e Mark Basile.

Arriviamo al terzo gruppo in scaletta, i romani DGM, ancora più tecnici, hanno offerto anche loro una prova davvero spettacolare. Merito della voce cristallina di Mark Basile e del loro chitarrista Simone Mularoni con i suoi raffinati riff tipici del Progressive. Una delle caratteristiche peculiari di questo tour è l’irrompere sul palco nel bel mezzo del concerto da parte dei componenti delle altre band, e succede anche questa volta con i DGM. Dopo l’esecuzione di “Reason” che scatena il pogo per la prima volta nella serata è la volta di “Animal” dove Mark rivolge l’asta del microfono verso il pubblico come un vero show man,  e successivamente iniziano i duetti con gli altri vocalist. Prima con Michele Luppi in “Trust” e poi in un pezzo davvero celebre, “Hereafter” insieme ad Alle Conti e Andrea Casali. Veramente eccezionali, non c’è che dire!

Concludiamo nel migliore dei modi il TRIUMVIRATE TOUR, già di per sè spettacolare con gli headliner della serata, i piemontesi alessandrini SECRET SPHERE, band capitanata dal chitarrista Aldo Lonobile. Non vi sono dubbi sul fatto che i riflettori siano puntati sul talentuoso ed eccentrico frontman Michele Luppi, a mio giudizio un altro dei migliori cantanti power che abbiamo in Italia, ma anche a livello mondiale: voce limpida, cristallina e magniloquente, ci delizia con i suoi acuti memorabili, ma anche sul piano umano, con simpatia, carisma e coinvolgimento del pubblico; in particolare ci hanno fatto divertire le sue battute con un ragazzo del pubblico e ci ha anche incantato quando duettava alle tastiere con Gabriele Ciaccia. Ottima prova anche del giovane batterista Marco Lazzarini con il suo drumming a ritmo tachicardico che si accompagna perfettamente al basso di Andrea Buratto. “Wait for Sleep“(Cover dei Dream Theater) , “Legend” e “Lady of Silence” ci hanno regalato emozioni indimenticabili. E come cigliegina sulla torta non mancano di certo birre e duetti di Michele con Mark Basile (in “Lie to Me“) e  con Alle Conti in “Mr. Sin“.

Davvero un evento meraviglioso! complimenti a tutti ragazzi! ci vediamo al prossimo in cui spero di emozionarmi ancora così tanto!!!