I giornali tedeschi e austriaci hanno recentemente riportato che sabato, poco dopo il concerto dei RAMMSTEIN a Monaco, il frontman Till Lindemann abbia avuto un violento confronto con un uomo nel bar di un hotel del centro storico.

L’Heute (versione cartacea) riferisce che il motivo iniziale della controversia sia stato il diniego, da parte del cantante, di fare un selfie con il fan cinquantaquattrenne.
A quel punto l’uomo avrebbe iniziato ad insultare la ragazza in compagnia di Lindemann, riferendosi alla donna come ad una prostituta.
Dopo uno scontro verbale, l’amburghese avrebbe detto a Till di andare a fare botte all’esterno, mentre Till gli avrebbe sferrato direttamente un colpo alla mascella con il gomito, al punto da lasciare l’avversario sanguinante e probabilmente con una frattura.

Deutsche Welle non si esprime sui motivi della discussione, mentre l’Hamburger Abendblatt fa comunque riferimento all’immagine controversa dell’artista.

In seguito alle polemiche, l’ex compagna ventinovenne Sophia Tomalla si sarebbe rivolta alle testate giornalistiche (contenuto a pagamento) per sottolineare che Lindemann è un uomo assolutamente non dedito alla violenza e che avrà avuto i suoi motivi per reagire in tale maniera.