Quattro anni dopo aver debuttato, tornano a farsi sentire i Drawn into Descent, questa volta tramite la nostrana Avantgarde Music, etichetta lungimirante nella scoperta di band dal buon potenziale, specialmente riguardo generi vicini al Black Metal. Il precedente disco, omonimo, aveva presentato i belgi incuriosendo molto, tramite una proposta affine a quanto già offerto da altre realtà simili ma senza eccessive ispirazioni, che forniva tutte le basi per una crescita progressiva molto interessante. “The Endless Endeavour“, il loro secondo lavoro, ha tutti i presupposti per essere un album molto valido, a patto che la qualità del suo predecessore venga conservata.

La struttura variegata della lunga “Dystopia“, posta in apertura, ci mostra un gruppo che è riuscito a incassare i buoni risultati del debutto, ma non solo. Le influenze Post-Rock, che nel primo album erano abbastanza marginali, prendono il sopravvento a tal punto da diventare determinanti per la riuscita del disco. Questo cambiamento si percepisce maggiormente con l’avanzare dei minuti, con le parti più vicine a un Atmospheric Black Metal struggente e angosciante che si intrecciano al meglio con le melodie sognanti.
L’intermezzo strumentale “Death…“, completamente Post-Rock, si unisce alla perfezione con la seguente “…Embrace Me“, più aggressiva e coinvolgente, mostrandoci come la formazione belga abbia fatto un notevole passo in avanti, ritoccando il proprio stile e rendendolo ancora più valido, personale e intrigante.
In chiusura, troviamo la title-track, brano lento, assennato e straziante allo stesso tempo, che evidenzia l’alone di malinconia dominante in tutta la durata dell’ascolto.

Il netto miglioramento compiuto dai Drawn into Descent con questo lavoro soddisfa molto e continua a valorizzare quanto proposto dal gruppo. Non ci troviamo di fronte al loro salto di qualità definitivo, il quale arriverebbe con piccole migliorie qua e là, ma di certo possiamo assodare come siano una band con personalità che evita di presentarsi al meglio per poi annoiare alla lunga, come talvolta succede.



Tracklist:
1. Dystopia
2. Wither
3. Death...
4. ... Embrace Me
5. The Endless Endeavour

DRAWN INTO DESCENT - The Endless Endeavour
Genre: Atmospheric Black Metal
Label: Avantgarde Music
7.5Overall Score
Reader Rating 1 Vote
7.5