Le Killin’ Baudeaire, nate nel 2015, danno alle stampe il loro primo EP in seguito a dei cambi di formazione dopo l’uscita di Gloria Signoria (voce e basso) e di Francesca Bernasconi (chitarra), sostituite da Elisa Scandella alla voce (ex voce di ‘In-sight’ e ‘Abhorrence Incarnate’) e Alice Pandini al basso: quindi il quintetto rimane a tutti gli effetti con una sola chitarra, quella di Martina Riva.
It Tastes Like Sugar” è stato pubblicato a fine 2016 e contiene 4 brani.
Di questi salta subito all’occhio una cover, “Summertime Sadness“, brano portato al successo da Lana Del Rey, facente parte del suo secondo album pubblicato nel 2012.

Gli altri tre brani sono farina del sacco delle KB: “Wasted“, “The way she wants” e “Riddle“.
Con questo EP le Killin’ Baudelaire dimostrano di saper essere pop e al contempo energiche, grazie anche all’aiuto di Titta Morganti nella produzione del lavoro.
Summertime Sadness” aveva una bella melodia già in partenza, le ragazze le hanno donato una pelle un po’ più hard, il ritornello rimane sicuramente in testa fino a sera.
Anche “Wasted” è la dimostrazione che le KB sono in grado di avere l’anima ambivalente: dura e piacevole allo stesso tempo.
Un po’ come recita il titolo stesso dell’EP: sa di zucchero, ma… c’è dell’altro. Sotto la superficie pop, rispecchiata anche dall’aspetto esteticamente curato delle ragazze, c’è il piglio rock, e anche qualche spruzzata di alternative come si sente anche in “The Way She Wants“: “You want to crash my soul, but please be strong“. Insomma, non le mandano a dire!
Riddle” è il pezzo conclusivo, si sente molto il lavoro certosino fatto alla produzione, è un pezzo ben strutturato che chiude in bellezza questa prima fatica e dimostra che il rock non è per forza esclusiva maschile.

 

 

KILLIN' BAUDELAIRE - It Tastes Like Sugar
Genre: Rock/Alternative
Label: Bagana Records
7.5Overall Score