L’album che mi trovo a recensire è quello della giovane band lusitana Névoa, originaria della città di Porto.
Uscito un paio di mesi fa per l’italiana Avantgarde Music, ‘Re Un‘ è sicuramente un’album molto particolare rispetto al lavoro precedente della band ‘The Absence of Void’.

Ciò che mi colpisce da subito è la componente psichedelica ed introspettiva dei brani proposti dalla band, decisamente lontana dal classico black metal ma, che non perde certamente di fascino.

Re Un‘ è composto unicamente da 4 brani, relativamente lunghi ma ben composti, sicuramente ben prodotti, con una voce molto accattivane che si amalgama molto bene con la musica.
Le prime due tracce, ‘Communion‘ e ‘Contemplation‘ mi han colpita molto, vengo letteralmente trascinata in un limbo oscuro da cui è difficile venir fuori. Le sonorità del brano ‘Contemplation‘ sono molto accattivanti, con momenti a tratti simili al progressive, il che dimostra la bravura dei musicisti coinvolti. ‘Conflict‘, il terzo e più corto brano dell’album, è invece di stampo più classico rispetto a quanto citato poc’anzi per le precedenti canzoni. Molto piacevole anche l’ultima traccia ‘Closure‘.

Nel suo complesso, ‘Re Un‘ è sicuramente un buon album ma, a mio parere, si poteva certamente proporre qualcosa di più, soprattutto a livello di quantità di canzoni, decisamente troppo poche per poter gustare appieno la bravura di questa band che ha sicuramente molto di più da offrire agli amanti del genere.

Consigliato con la speranza di avere dai Névoa dei lavori più consistenti in futuro.

LINEUP:
– João Freire
– Nuno Craveiro

CONTATTI:
FACEBOOK
BANDCAMP

NÉVOA - Re Un
Genre: Post Black
Label: Avantgarde Music
7.5Overall Score