“Prendere o lasciare”. Nel mondo della musica estrema è facile prendere una decisione in merito al grindcore, ma se avete scelto di aprire questa recensione, la possibilità che abbiate accettato di essere “quel tipo di persona” è alta e quindi: benvenuti, i Pig Destroyer sono tornati.

A distanza di ben sei anni da “Book Burner”, i Nostri tornano con il botto, mettendo in scena un disco così violento e viscerale da essere quasi liberatorio. Ascoltandolo sembra di venir svuotati di ogni inibizione e paura, come assolti da quello che potrebbe essere il giudizio generale riguardo musica e dintorni.

Head Cage” è un monolito di violenza e rabbia pronto ad esplodere e seppellire l’ascoltatore, percettivamente enorme e imponente, naturale ed ispirato, veicolo di una rabbia e attitudine degna di una band leggendaria come i Pig Destroyer. Fatta eccezione per l’intro che è quasi un cliché, il disco parte subito in maniera violentissima e spudorata con “Dark Train“, un brano che esprime totalmente il potenziale dei Pig Destroyer in fatto di aggressione e furia, l’essenza del grind in un solo brano.

Pur essendo un disco grindcore purosangue, di tanto in tanto la band originaria di Alexandria si concede qualche exploit che ci porta prima su territori più hardcore, con “Army of Cops“, una canzone piena di groove nostalgico; poi su lidi un po’ più atmosferici e, passatemi il termine, doom con la riffosissima “The Torture Fields“, e infine una sana deriva death metal, come nell’eloquentissima “The Last Song“, che ci trascina verso il fondo di questa meravigliosa release.

“Head Cage” è un disco estremamente diretto, scritto ed eseguito con una maestria esemplare e rifinito in maniera impeccabile, con una produzione e dei suoni incredibilmente vividi ed organici ma al contempo moderni. Se siete alla ricerca di un disco che vi faccia sfogare, staccare la spina e vi faccia posare la maschera della “ricerca a tutti i costi”, abbandonatevi ai vostri istinti più primordiali e abbracciate i Pig Destroyer. Letteralmente.

 



Tracklist:
1. The Tunnel Under the Tracks
2. Dark Train
3. Army of Cops
4. Circle River
5. The Torture Fields
6. Terminal Itch
7. Concrete Beast
8. The Adventures of Jason and JR
9. Mt. Skull
10. Trap Door Man
11. The Last Song
12. House of Snakes

PIG DESTROYER - Head Cage
Genre: Grindcore
Label: Relapse Records
8.2Overall Score
Reader Rating 0 Votes
0.0